All posts tagged: turismo

OTA vs META: Il futuro dei metasearch nel turismo

No comments

E’ possibile che i metasearch come Trivago, Kayak o Skyscanner permettano un maggior numero di prenotazioni dirette per le compagnie aeree, per gli hotel o ad esempio per i noleggi auto? Esiste una reale differenza tra le OTA come Booking, Expedia etc. e i sopracitati metasearch?

La gestione dei metasearch, soprattutto quelli che adottando la formula “Cost Per Click”, richiede tempo e capacità, ma può portare a ottimi risultati e a costi molto più bassi delle commissioni richieste dalle OTA. Uno dei vantaggi è dato dal fatto che i metasearch compaiono nei risultati di ricerca organica e non, in maniera spesso superiore alle OTA stesse.

Un recente studio dell’agenzia di intelligence digitale, L2 di New York, ha appurato che Tripadvisor compare nelle ricerche organiche per Hotel Brand il 99% delle volte in prima pagina. E se a questo aggiungiamo i link sponsorizzati di tutti i vari meta-search, ci rendiamo conto che il vostro brand compare in prima pagina sui motori di ricerca legato a un meta search, molto di più di quanto non faccia Booking.com.

Il vantaggio indubbiamente più grande, rimane quello che tutti i metasearch rimandino il cliente sul booking engine dell’hotel e quindi sono clienti diretti con i quali è possibile stabilire una comunicazione diretta adottando così diverse strategie di marketing (email marketing, up selling, cross selling, interazioni social…).

(a cura di F. Mugnaini)

Giampiero MoriciOTA vs META: Il futuro dei metasearch nel turismo
Leggi anche

Web Marketing e Turismo – Consigli per hotel e strutture ricettive

No comments

In che cosa spendiamo maggiormente i nostri guadagni? Ristrutturazioni domestiche, investimenti finanziari, prodotti per la salute del corpo? Nei viaggi! Comprare un volo, un hotel o dei pacchetti vacanza, sono gli acquisti più rilevanti effettuati da circa il 60% della categoria di persone che corrisponde ai leisure travelers, cioè coloro che viaggiano per piacere/divertimento.

leisure travelers
Prima dell’acquisto vero e proprio, questo tipo di viaggiatori passa diverso tempo online alla ricerca del “pacchetto” che rispecchi meglio le proprie esigenze. In questo arco di tempo si possono suddividere dei micro-momenti che elenchiamo qui sotto:

➔ “DREAMING MOMENTS” (In cui le persone sono in cerca di un’ispirazione)
➔ “PLANNING MOMENTS” (Scelta la destinazione o l’intervallo di date, si pensa ad organizzare il volo/hotel/cosa fare etc…)
➔ “BOOKING MOMENTS” (La ricerca è terminata, le persone sono pronte per prenotare)
➔ “EXPERIENCING MOMENTS” (Il momento in cui viene vissuta l’esperienza reale e la successiva condivisione delle emozioni, del vissuto, attraverso social/foto/recensioni etc…)

Perché tutto ciò è importante per le aziende che operano nel settore del turismo? Il 60% dei viaggiatori afferma che l’interesse primario è soddisfare velocemente un determinato bisogno indipendentemente dall’azienda che te lo propone. In altre parole, significa che è possibile guadagnare sfruttando ogni micro-momento, essendo sempre presenti e fornendo contenuti utili! Sempre e ovunque sono i due avverbi che definiscono quando e dove i consumatori si aspettano di trovare quello che vogliono su smartphone, tablet e laptop. Per essere presenti nei “momenti che contano”, i brand devono comprendere che, qualunque sia la domanda, la risposta è sempre online.

Diventa quindi essenziale :

➔ Essere in grado di rispondere ad ogni tipo di ricerca eseguita online che riguarda le strutture o destinazioni in cui operiamo,
➔ Fornire l’informazione richiesta nel minor tempo possibile, eliminando gli steps superflui,
➔ Anticipare i bisogni attraverso un’attenta analisi delle recensioni, “accompagnando” il proprio cliente in tutti i momenti del suo viaggio,
➔ Utilizzare contenuti visivi interessanti sfruttando il potere emozionale di foto e video, per creare un legame forte e duraturo con il cliente (engagment).

Essere presenti nei “momenti che contano” è essenziale: le aziende e i brand devono, oggi più che mai, riuscire ad interagire con i consumatori, ad ogni occasione e su tutti i dispositivi. I viaggiatori per orientarsi, si affidano sempre di più alle ricerche in rete quando raggiungono una nuova destinazione. Le ricerche del tipo “near me” sono più che raddoppiate nell’ultimo anno.

 

near me

Oggi è fondamentale che i professionisti del marketing tengano conto della situazione in cui si trova il cliente nel percorso verso l’acquisto, in che punto, quale dispositivo sta utilizzando, qual è l’atteggiamento probabile in quel dato momento e tutto ciò che è necessario per creare la strategia che si adatti meglio al contesto.

Per approfondimenti potete consultare l’artcolo originale in inglese.

(Adattamento e traduzione Fabio Mugnaini)

Giampiero MoriciWeb Marketing e Turismo – Consigli per hotel e strutture ricettive
Leggi anche

myComune sale in cattedra

No comments

Il prossimo 6 maggio saremo ospiti presso La Fondazione Campus  dove si svolge il Master universitario di I livello in Turismo e ICT . Organizzato da Fondazione Campus con l’Università di Pisa, il supporto organizzativo di Celsius e il patrocinio di Confesercenti e Confcommercio Lucca. Parleremo di proximity marketing, IOT e della nostra piattaforma myComune, come esempio di strumento moderno e versatile di promozione del territorio e marketing territoriale.

“Obiettivo del Master, è formare Manager specializzati in turismo sulla base delle sfide presentate dalle nuove tecnologie, privilegiando le competenze economico-gestionali, organizzative e ICT, per operare con social network, indicatori Digital Travel, Sistema Big Data applicato al turismo e progettando architetture informative trasversali.”

Giampiero MoricimyComune sale in cattedra
Leggi anche