News

OTA vs META: Il futuro dei metasearch nel turismo

No comments

E’ possibile che i metasearch come Trivago, Kayak o Skyscanner permettano un maggior numero di prenotazioni dirette per le compagnie aeree, per gli hotel o ad esempio per i noleggi auto? Esiste una reale differenza tra le OTA come Booking, Expedia etc. e i sopracitati metasearch?

La gestione dei metasearch, soprattutto quelli che adottando la formula “Cost Per Click”, richiede tempo e capacità, ma può portare a ottimi risultati e a costi molto più bassi delle commissioni richieste dalle OTA. Uno dei vantaggi è dato dal fatto che i metasearch compaiono nei risultati di ricerca organica e non, in maniera spesso superiore alle OTA stesse.

Un recente studio dell’agenzia di intelligence digitale, L2 di New York, ha appurato che Tripadvisor compare nelle ricerche organiche per Hotel Brand il 99% delle volte in prima pagina. E se a questo aggiungiamo i link sponsorizzati di tutti i vari meta-search, ci rendiamo conto che il vostro brand compare in prima pagina sui motori di ricerca legato a un meta search, molto di più di quanto non faccia Booking.com.

Il vantaggio indubbiamente più grande, rimane quello che tutti i metasearch rimandino il cliente sul booking engine dell’hotel e quindi sono clienti diretti con i quali è possibile stabilire una comunicazione diretta adottando così diverse strategie di marketing (email marketing, up selling, cross selling, interazioni social…).

(a cura di F. Mugnaini)

Giampiero MoriciOTA vs META: Il futuro dei metasearch nel turismo

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *